La Gelateria Self Service sfida quella Tradizionale

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il self-service nasce dall’idea di ridurre i costi del personale, permettere la fruizione di un determinato prodotto/servizio oltre gli orari di lavoro ma chi avrebbe mai pensato che sarebbe potuto divenire l’elemento caratterizzante di un’attività commerciale?

Lontano dallo sguardo indiscreto di commessi o addetti alle vendite, non importunato dalla classica domanda “la posso aiutare?”, il consumatore assapora uno strano senso di libertà e di “potere”…

Questa nuova formula è alla base del successo di varie tipologie di attività commerciali. A tal proposito fa riflettere la diffusione delle gelaterie self service (o fai da te) che, con un cambiamento netto di paradigma rispetto alle gelaterie tradizionali, raggiungono una maggiore redditività e una “interattività” mai vista prima. Vediamo insieme le peculiarità di questa nuova formula commerciale.

 

La gelateria self service e il suo gelato espresso

Ispirata molto probabilmente alla Yoghurteria (affermatasi già da diversi anni), la gelateria self service (o fai da te) è un’ idea molto simile e forse anche più semplice:”scegli il gelato che preferisci e serviti da solo!”. Il cliente, da attore passivo che attende il suo turno per ordinare il gelato desiderato, diventa il protagonista assoluto!

Appena entrati in gelateria si prende la propria coppetta (sono grandi e invogliano ad essere riempite), si scelgono i gusti e si aziona la leva del relativo dispencer per far scendere il gelato alla spina nella coppa. Si passa quindi alla scelta dei “topping” con cui guarnire il gelato (frutta secca e fresca a pezzettini, creme, granelle, ecc. ecc.).

Infine, si va alla cassa, dove la coppetta viene pesata (si, il costo è a peso!) e solo dopo aver pagato il commesso dà un cucchiaino con cui mangiare il proprio “gelato fai da te”!

 

Perché investire in una gelateria self service

Ecco elencati i principali motivi per cui aprire una gelateria self service potrebbe essere una buona scelta imprenditoriale:

 

Produzione flessibile ed automatizzata
Per aprire una gelateria self service sono necessarie solo le macchine da mantecatura espressa, con le quali si prepara in modo semplice ed automatizzato il cosiddetto gelato espresso. I “mantecatori” sono molto flessibili e permettono quindi di cambiare la produzione in base alla domanda. Ad esempio è possibile produrre anche il più salutare frozen yoghurt. La produzione è inoltre altamente efficiente, poiché rimanenze e sprechi sono ridotti al minimo.

 

Locale di piccole dimensioni
Bastano anche 40/50 mq per poter sviluppare la vostra gelateria e personalizzarne l’arredamento, secondo lo stile che intendete dargli.

 

Costo del personale ridotto
Nelle gelaterie fai da te la figura del “gelataio” non esiste e questo permette di abbattere notevolmente i costi legati al personale.

 

Interattività
Come già detto, oltre a essere un business molto redditizio, la gelateria self service è estremamente attraente per i clienti finali, grazie alla possibilità di “interazione” e di personalizzazione.

 

Mercato a prova di crisi
Il settore del gelato non conosce crisi. Il suo consumo continua ad essere elevato ed è inoltre in forte crescita in tutto il mondo.

 

Alcuni rischi da valutare prima di aprire una gelateria fai da te

Ogni attività ha i suoi rischi e per quanto riguarda la gelateria fai da te, il rischio si chiama stagionalità e location.

 

Location
Individuare la giusta location, in una zona di passaggio, è di vitale importanza per portare al successo un’attività di questo tipo. I costi di acquisto o di affitto sono però molto elevati e questo ovviamente si ripercuote sulla redditività della gelateria alla spina.

 

Stagionalità
Al pari di quelle tradizionali, le gelaterie fai da te presentano un’elevata stagionalità. Il gelato, è per sua stessa natura un “prodotto estivo” e questo è un aspetto molto critico e che richiede pertanto un’accurata riflessione..

 

Il Brand
Una buona location può sicuramente portare tanti clienti di passaggio, ma per riuscire a costruire un successo sostenibile occorre ben altro. Ecco perché la costruzione di un marchio forte è fondamentale ed ecco perché la scelta di un buon franchising può sicuramente eliminare questo problema. Inoltre un franchising vi aiuterebbe anche nella realizzazione di tutto il progetto, dall’arredamento alla scelta delle macchine e delle materie prime, dalla pubblicità alla formazione su ogni aspetto del business.

 

Quel che c’è da sapere per aprire una gelateria self service

Burocrazia e normativa italiana
Le gelaterie self service rientrano tra le attività di somministrazione di alimenti e bevande. Seguono i principali obblighi previsti per poterne aprirne una:

  • Aprire partita IVA;
  • Iscriversi presso il registro delle imprese della camera di commercio;
  • Adempiere agli obblighi vigenti in materia di igiene e sanità pubblica secondo le direttive ASL;
  • Aderire al sistema HACCP (in sostituzione dell’ex libretto sanitario e frequentare l’apposito corso);
  • Frequentare il corso SAB organizzato da enti provinciali o comunali (sono esentati coloro i quali ha lavorato per almeno due anni negli ultimi cinque presso un’attività di vendita o produzione alimentare);
  • Segnalare al comune di competenza territoriale l’avvio attività (SCIA);

 

Le Attrezzature necessarie per aprire una gelateria self service
Le attrezzature necessarie per la preparazione del gelato espresso non sono molto ingombranti e possono anche essere collocate all’interno del locale in bella vista. La produzione del gelato espresso alla spina avviene infatti in un’apposita “macchina mantecatrice” che raffredda la mistura fluida per la preparazione a una temperatura di qualche grado inferiore allo zero, per poi essere spinata nella coppetta.

La dotazione minima prevede quindi le macchine mantecatrici (una per ogni gusto), un banco refrigerato per esporre i topping e la bilancia con cassa integrata. Ovviamente, per quanto riguarda la produzione, occorre predisporre un piccolo laboratorio ..

 

Investimento previsto per aprire una gelateria fai da te
L’investimento previsto per l’apertura di una gelateria self service (o fai da te) di 40 mq si aggira mediamente intorno ai 50.000€. Il costo può variare in base ai costi legati alla progettazione del locale, lo stile che si intende dargli, alla formazione e via dicendo. Per ridurre il budget è possibile anche scegliere la formula del comodato d’uso ed usufruire delle comodità offerte da questa modalità di acquisto a partire dall’assistenza e dalla manutenzione.

 

Conclusioni finali

Tra le attività self service di successo, la gelateria fai da te è sicuramente una delle più interessanti!
Come visto però ci sono diversi fattori da considerare prima di avviarne una ed è pertanto buona norma vagliarle tutte nel dettaglio se non si vuole rischiare di ritrovarsi in spiacevoli situazioni..

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
2 Comments

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *