Lo Sviluppo Sostenibile e il Ruolo degli Imprenditori

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I mutamenti climatici, il disastro di Fukushima, i miliardi di persone che vivono in povertà e sotto la soglia della libertà, sono il segno di un problema globale che, oggi più che mai, ha bisogno di una soluzione imminente.

I rischi per il pianeta e per le generazioni future sono incalcolabili ed è per questo che  il modello di crescita classico che ci ha portato fin qui va sicuramente rivisto. E’ necessario cambiare direzione!

Un ruolo fondamentale per riuscire ad ottenere questo indispensabile cambiamento, oltre a quello della governance mondiale è sicuramente quello ricoperto dalla classe imprenditoriale.

 

Che cos’è lo Sviluppo Sostenibile?

La prima ed anche la più diffusa definizione di sviluppo sostenibile è quella fornita nel 1987 dalla World Commission on Environment and Development, presieduta da Gro Harlem Brundtland:

L’umanità ha la possibilità di rendere sostenibile lo sviluppo, cioè di far sì che esso soddisfi i bisogni dell’attuale generazione senza compromettere la capacità delle generazioni future di rispondere ai loro” (WCED, 1987)

 

Il rapporto  Brundtland (conosciuto anche come Our Common Future), è riuscito ad animare il dibattito internazionale sullo sviluppo sostenibile, determinando numerosi approfondimenti ed ulteriori interpretazioni del concetto di sostenibilità, che nel tempo si è esteso a tutte e  tre le dimensioni fondamentali ed inscindibili dello sviluppo: Ambientale, Economica e Sociale.

 

Le 3 componenti dello sviluppo sostenibile

Sostanzialmente, la sostenibilità è da intendersi non come uno stato o una visione immutabile, ma piuttosto come un processo continuo, che richiama la necessità di coniugare le sue tre dimensioni.

L’area risultante dall’intersecazione delle tre componenti, coincide idealmente con lo sviluppo sostenibile.

Le 3 dimensioni dello sviluppo sostenibile

Sostenibilità ambientale: può essere definita come la capacità di preservare nel tempo le tre funzioni dell’ambiente: la funzione di fornitore di risorse, la funzione di ricettore di rifiuti e la funzione di fonte diretta di utilità. All’interno di un sistema territoriale per sostenibilità ambientale si intende la capacità di valorizzare l’ambiente in quanto “elemento distintivo” del territorio, garantendo al contempo la tutela e il rinnovamento delle risorse naturali e del patrimonio.

Sostenibilità economica: può essere definita come la capacità di un sistema economico di generare una crescita duratura degli indicatori economici. In particolare, la capacità di generare reddito e lavoro per il sostentamento delle popolazioni. Nell’ambito di un sistema territoriale per sostenibilità economica si intende la capacità di produrre e mantenere all’interno del territorio il massimo del valore aggiunto combinando efficacemente le risorse, al fine di valorizzare la specificità dei prodotti e dei servizi territoriali.

Sostenibilità sociale: può essere definita come la capacità di garantire condizioni di benessere umano (sicurezza, salute, istruzione) equamente distribuite per classi e per genere. All’interno di un sistema territoriale per sostenibilità sociale si intende la capacità dei soggetti di intervenire insieme, efficacemente, in base ad una stessa concezione del progetto, incoraggiata da una concertazione fra i vari livelli istituzionali.

 

Il ruolo dell’imprenditore nello sviluppo sostenibile

Sono diversi gli studi e le ricerche in ambito accademico sulle modalità attraverso le quali l’imprenditorialità può contribuire alla transizione verso un modello di economia completamente sostenibile.

L’imprenditore illuminato o come lo definisco io, “il nuovo imprenditore globale“, deve anticipare i tempi, dare il proprio contributo “sostenibile”, essere lui stesso, in prima persona, “il cambiamento che vuole vedere” e per fare ciò occorre per prima cosa rivedere una serie di valori obsoleti e per questo non più applicabili all’attuale situazione.

I tempi necessari per passare dalla teoria alla pratica, rimangono comunque sempre molto lunghi, ma come in tutte le cose è importante cominciare a salire sempre il primo gradino per arrivare alla cima della scala.

I problemi del mondo possono essere affrontati e allo stesso tempo trasformati positivamente in nuove opportunità di business. L’imprenditore, attraverso le sue scelte, gioca sicuramente un ruolo decisivo nello sviluppo sostenibile: perché non dare, allora, il nostro contributo imprenditoriale?

 

Approfondimenti

Lo Sviluppo Sostenibile – Vivere pensando alle generazioni future (Olimpio Guerra)

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
2 Comments

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *