Stand in Fiera: il Successo è nelle Mani del tuo Staff

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando si parla di stand in fiera, troppo spesso ci si focalizza esclusivamente sui costi da sostenere per parteciparvi e sui dettagli legati all’organizzazione dell’allestimento fieristico. Esiste però un altro aspetto altrettanto importante ma poco considerato che può letteralmente determinare il successo o l’insuccesso dell’iniziativa: lo staff!

 

L’importanza dello staff all’interno dello stand

Allestire un bellissimo ed organizzatissimo stand in fiera serve a poco o a nulla se il personale al suo interno non è all’altezza dello stesso. Ogni persona che visita lo stand è infatti un potenziale cliente e lasciare che venga gestito da personale non qualificato o comunque non adatto potrebbe decretare l’insuccesso dell’iniziativa e, nel peggiore dei casi, essere controproducente e compromettere la reputazione dell’azienda.

 

Gli errori più comuni che vengono commessi negli stand

Seguono alcuni degli errori più frequenti che i promoters tendono a commettere all’interno degli stand fieristici, piccole cose che sembrano non contare nulla, ma che risaltano moltissimo agli occhi dei potenziali clienti:

  • Trattare i clienti con superficialità, poca gentilezza o disattenzione;
  • Chiacchierare amabilmente con gli altri promoters del proprio stand o di quelli vicini e non curarsi dei clienti nelle vicinanze;
  • Distrarsi e dimenticarsi di raccogliere i dati dei potenziali clienti che si avvicinano al proprio stand;
  • Non saper rispondere a specifiche domande del visitatore dimostrando pochissima competenza in materia
  • Ecc.

 

Come selezionare, preparare ed organizzare al meglio il proprio staff

Come abbiamo visto è evidente che la competenza e la professionalità delle persone che gestiscono il tuo stand in fiera è un aspetto fondamentale e da non sottovalutare. Per evitare di incappare in spiacevoli situazioni come quelle sopra descritte, bisogna prestare molta attenzione ai seguenti 3 aspetti:

 

1) La selezione dello staff

Il personale da inserire nello staff deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • Avere una naturale predisposizione al rapporto con le persone: meglio evitare di “mettere in vetrina” chi ha la tendenza a non ascoltare oppure a rispondere d’impulso, si rischiano pessime figure e di rovinare rapporti anche con clienti già acquisiti;
  • Essere proattivo e saper ascoltatore: il promoter deve essere in grado di recepire ogni richiesta e trasformarla in risposte precise e dettagliate sfruttando il materiale a disposizione ed ovviamente la formazione ricevuta sui prodotti/servizi dell’azienda;
  • Avere competenza e conoscenza nel settore: oltre alla conoscenza del prodotto/servizio, bisogna conoscere bene anche il settore di appartenenza dell’azienda e quindi il mercato, la concorrenza, l’indotto, i legami con altri prodotti/servizi, ecc;
  • Essere resistente allo stress e alla stanchezza: parlare ogni giorno con centinaia di persone di diverso carattere, classe sociale, educazione, sesso, religione, ecc, ecc. può essere veramente molto stressante; stesso discorso vale per la stanchezza provocata dalle tante ore di lavoro;
  • Avere bella presenza: è sempre un di più.

 

2) Formazione e training

Per far in modo che il personale selezionato riesca a rappresentare al meglio l’azienda ed i suoi prodotti/servizi, è opportuno prevedere delle giornate di formazione e training sull’azienda, sui prodotti/servizi e sul target di clienti degli stessi.

E’ bene inoltre dedicare del tempo anche al modo con cui colloquiare con i potenziali clienti, il tipo di conversazione da utilizzare, quali domande porre e come porle. Conoscere il proprio target è altrettanto importante, capire le persone con cui si deve avere a che fare aiuta a definire un metodo preciso di azione e persuasione per ottenere il massimo dei risultati.

 

3) Definizione dell’organizzazione e degli obiettivi

Oltre a dare al personale selezionato un’adeguata formazione, occorre dare loro anche delle linee guida da seguire, dei regolamenti interni che ogni persona deve assolutamente rispettare. Ogni persona deve sapere esattamente quali sono i suoi compiti, cosa deve fare e non fare e come deve comportarsi con i visitatori dello stand (e non solo). Stesso discorso vale per gli obiettivi, le persone devono conoscere in modo preciso quali risultati ci si aspetta da loro!

 

Conclusioni sullo stand in fiera

Come abbiamo visto, per avere successo in una fiera di settore, non basta allestire un bellissimo stand in fiera, ma occorre prestare molta attenzione anche ad altri fattori chiave, lo staff in primis. Il vero obiettivo di uno stand è quello riuscire a presentare la propria azienda (e i propri prodotti e/o servizi) nel migliore dei modi possibili, sfruttando al meglio ogni aspetto legato al marketing fieristico.

Se non si ha l’esperienza, il tempo o le competenze necessarie per gestire internamente un’iniziativa di questo genere, è bene affidarsi a “professionisti delle fiere di settore“.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *